Bonus Vacanze 2020
Fino a 500 € di sconto dal 1 luglio fino al 31 dicembre

Che cos'è il Bonus Vacanze 2020?

Il Bonus Vacanze è un incentivo statale destinato alle famiglie e introdotto nel Decreto Rilancio per sostenere il turismo e le vacanze in Italia. Si tratta di una tax credit fino a 500 euro da spendere nelle strutture ricettive italiane entro il 2020.

Quanto vale il bonus?

Fino a 500 euro a seconda di quante persone compongono il nucleo familiare:

  • 3 o più persone: 500€
  • 2 persone: 300€
  • 1 persona: 150€

Che requisiti devo avere per richiedere il bonus?

Se il tuo nucleo familiare ha un ISEE inferiore a 40.000 euro puoi fare richiesta. Il bonus può essere richiesto da un solo componente del nucleo familiare

Che cos'è l'ISEE e come si calcola?

L'ISEE non corrisponde alla propria dichiarazione dei redditi ma è un indicatore che misura la situazione economica di un nucleo familiare per accedere a bonus o prestazioni sociali agevolate.
Il calcolo si fa su due componenti: reddito e patrimonio. Questi sono poi rapportati al numero di soggetti del nucleo familiare.
Quindi una famiglia con reddito alto ma numerosa (con più di 2 figli) potrebbe comunque avere un ISEE basso per accedere alle agevolazioni sociali.
Si può fare richiesta presso il CAF (Centro Assistenza Finanziaria), al proprio commercialista o calcolarlo online sul sito dell’INPS

Ho ISEE inferiore ai 40 mila euro, dove / come posso richiedere il bonus?

A partire dal 1° luglio e fino al 31 dicembre 2020 sarà possibile richiedere il bonus vacanze attraverso IO, l’app dei servizi pubblici.

Scarica IO per Android | Scarica IO per Iphone

Per accedere all’app, è necessario che uno dei componenti del nucleo familiare sia in possesso di Identità Digitale SPID o Carta di Identità elettronica (CIE 3.0).

Come funziona l’app IO?

La funzione per richiedere il bonus si trova nell’area “Pagamenti”. Il sistema, dopo aver chiesto di accettare Termini e condizioni d’uso e privacy policy, si collega direttamente alla banca dati dell’INPS per verificare il possesso dei requisiti necessari. Prima di procedere è necessario presentare la DSU per il calcolo dell’ISEE. A questo punto, l’app darà 5 tipi di risposta:

  • Richiesta valida: il bonus è disponibile e l’app indica l’importo e i nomi dei familiari che possono utilizzarlo.
  • Richiesta valida ma bonus già attivato sullo stesso nucleo familiare
  • Richiesta valida ma DSU con omissioni o difformità
  • Soglia ISEE superata
  • DSU assente

In caso di risposta positiva, si procede confermando il bonus, che l’utente ritroverà nella sezione “Pagamenti”. Il sistema genera un codice univoco e un QR-code associati al bonus: al momento del pagamento del soggiorno, basterà fornirli all’esercente insieme al proprio codice fiscale per ottenere lo sconto.

Quando posso usare il bonus?

Il bonus può essere utilizzato per soggiorni dal 1° luglio al 31 dicembre 2020 nelle strutture ricettive italiane.

Dove posso usare il bonus?

Il bonus può essere speso in hotel, bed&breakfast, campeggi, agriturismi e villaggi vacanze del territorio italiano.

Come si usa?

L'80% del valore del bonus può essere utilizzato come sconto sull'importo totale da pagare alla struttura ricettiva. Il 20% del bonus diventa una detrazione dall’imposta sul reddito (es. bonus da 500 euro: 400 euro di sconto in hotel e 100 di detrazione).

Cosa succede se l’importo del bonus è inferiore a quello del soggiorno?

Lo sconto va calcolato sul corrispettivo dovuto. Ad esempio, nel caso in cui la vacanza costi 450 € e il valore del bonus sia di 500 €, lo sconto ottenibile al momento del pagamento è 360 €, cioè l’80% di 450 € e la detrazione sarà di 90 €, cioè il 20% di 450 €.

Posso usare il bonus se prenoto attraverso l'intermediazione di piattaforme di prenotazione online?

No. La prenotazione deve essere fatta direttamente presso la struttura ricettiva oppure realizzata tramite agenzie di viaggio e tour operator, oppure su portali online di disintermediazione.

Posso usare il bonus se prenoto attraverso l'intermediazione di piattaforme di prenotazione online?

No. La prenotazione deve essere fatta direttamente presso la struttura ricettiva oppure realizzata tramite agenzie di viaggio e tour operator, oppure su portali online di disintermediazione.

Gli hotel sono obbligati ad accettare il bonus?

No. La scelta è a discrezione delle singole strutture ricettive.

Cosa deve fare l’esercente per accettare il bonus vacanze?

Accedere all’area riservata del sito web dell’Agenzia delle Entrate, cliccare su “Servizi per” e poi su “Comunicare”, infine selezionare la voce “Bonus vacanze”. A questo punto, basterà inserire il codice univoco o il QR code fornito dal cliente, il suo codice fiscale e il totale del corrispettivo. Il sistema verifica la validità del bonus e applica lo sconto.

Come fa l’esercente a recuperare lo sconto?

Lo sconto può essere recuperato dal giorno successivo al pagamento sotto forma di credito d’imposta di pari importo, da utilizzare in compensazione tramite modello F24, da presentare attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate.

Il credito d’imposta è utilizzabile in compensazione per il pagamento di tutti i tributi e contributi che possono essere versati tramite F24, ad esempio, ritenute alla fonte, Iva, contributi Inps, premi Inail, imposte sui redditi e Irap, Imu, tassa rifiuti e altri tributi locali.

In alternativa, il credito d’imposta può essere ceduto a terzi: fornitori di beni e servizi, istituti di credito e intermediari finanziari. La cessione deve essere comunicata attraverso l’area riservata dell’Agenzia delle Entrate.

Leggi la guida ufficiale al Bonus Vacanze sul sito dell'Agenzia delle Entrate